In programmazione

In primo piano

PINOCCHIO di Matteo Garrone

Ven 17 Gennaio 2020 ore 21.00
Sab 18 Gennaio 2020 ore 21.00
Dom 19 Gennaio 2020 ore 16.00, 18.15, 20.30

Vedi il trailer

PINOCCHIO di Matteo Garrone

Spettacoli:

Ven 17 Gennaio 2020 ore 21.00
Sab 18 Gennaio 2020 ore 21.00
Dom 19 Gennaio 2020 ore 16.00, 18.15, 20.30

Data di uscita: 19 dicembre 2019
Genere: Fantasy, Avventura
Anno: 2019
Regia: Matteo Garrone
Attori: Roberto Benigni, Federico Ielapi, Marine Vacth, Gigi Proietti, Rocco Papaleo, Massimo Ceccherini, Alida Calabria, Alessio Di Domenicantonio, Maria Pia Timo, Davide Marotta, Paolo Graziosi, Gianfranco Gallo, Massimiliano Gallo, Marcello Fonte, Teco Celio, Enzo Vetrano, Nino Scardina
Paese:Italia, Francia
Durata: 120 min
Distribuzione: 01 Distribution
Sceneggiatura: Matteo Garrone
Fotografia: Nicolaj Bruel
Montaggio: Marco Spoletini
Produzione: Archimede con Rai Cinema e Le Pacte, in associazione con Recorded Picture Company in associazione con Leone Film Group

TRAMA:

Pinocchio, il film diretto da Matteo Garrone, con Roberto Benigni nei panni di Geppetto, è una nuova versione cinematografica della celebre fiaba di Collodi. Molto fedele al romanzo per ragazzi, pubblicato la prima volta nel 1881, il film ripercorre la storia del burattino dal naso lungo, sin dalla sua nascita per mano di Geppetto che ne ha intagliato le fattezze. Un tronco di legno che diventa marionetta e che acquisisce capacità motorie e intellettive, come un qualsiasi bambino in carne e ossa: questo è Pinocchio, anche se la sua carne è la corteccia e le sue ossa sono segatura. Nonostante il suo corpo sia duro come la quercia e la sua testa ancor di più, Geppetto si affeziona a lui come se fosse un bimbo vero, un suo figlio.
Ma il burattino non è il bambino obbediente e studioso che il suo papà falegname sperava. Spinto da un’irrefrenabile curiosità, da un carattere birichino e talvolta ingenuo, Pinocchio si ritroverà spesso nei guai, mettendo in pericolo anche lo stesso Geppetto…
I personaggi e le creature fantastiche del film sono realizzati all’insegna di uno straordinario realismo,combinando trucco prostetico ed effetti digitali grazie al talento del due volte premio Oscar per il Miglior Trucco Mark Coulier e della VFX Supervisor Rachael Penfold.
Nel cast del film il giovane Federico Ielapnei panni di Pinocchio e Gigi Proietti come MangiafuocoRocco Papaleo e Massimo Ceccherini interpretano, invece, il Gatto e la Volpe, la coppia truffaldina che deruba l’ingenuo burattino.

Vedi il trailer:

Trailer

L’UFFICIALE E LA SPIA di Roman Polanski

Spettacoli:

Ven 10 Gennaio 2020 ore 21.00
Sab 11 Gennaio 2020 ore 21.00
Dom 12 Gennaio 2020 ore 16.00, 18.20, 20.40

  • Data di uscita:21 novembre 2019
  • Genere: Drammatico, Thriller, Biografico
  • Anno: 2019
  • Regia: Roman Polanski
  • Attori: Jean Dujardin, Louis Garrel, Emmanuelle Seigner, Mathieu Amalric, Melvil Poupaud, Damien Bonnard, Denis Podalydès, Vincent Grass, Grégory Gadebois, Wladimir Yordanoff, Didier Sandre
  • Paese: Francia
  • Durata: 126 min
  • Distribuzione: 01 Distribution
  • Sceneggiatura: Robert Harris, Roman Polanski
  • Fotografia: Pawel Edelman
  • Musiche: Alexandre Desplat
  • Produzione: Canal+, Eliseo Cinema, France 2 (FR2)

Trama del film:

L’Ufficiale e la Spia, il film diretto da Roman Polanski, racconta la storia del Capitano francese Alfred Dreyfus (Louis Garrel), giovane militare di origine ebrea, accusato ingiustamente di alto tradimento e come spia dei tedeschi. Siamo nel 1895, precisamente in gennaio, e nel cortile dell’École Militaire di Parigi l’ufficiale dell’esercito francese, Georges Picquart (Jean Dujardin), assiste alla condanna all’esilio del giovane uomo definito “informatore del nemico”. Dreyfus viene spedito nella remota Isola del Diavolo, al largo della costa della Guyana francese. Completamente solo e tormentato, il capitano trascorre il suo tempo a disperarsi e a scrivere alla moglie, rimasta in Francia.
Dopo l’arresto di Alfred Dreyfus, Picquart viene promosso e messo a capo dell’unità di controspionaggio militare. Durante la carica si rende conto che, nonostante Dreyfus sia stato esiliato, le informazioni segrete francesi giungono ugualmente alle orecchie tedesche. L’ufficiale si convince che il suo collega è stato accusato ingiustamente e che la spia è ancora tra loro. Desideroso di giustizia e di verità, Picquart inizia a indagare per anni, scontrandosi con il suo stesso Paese e con il rischio di compromettere la sua stessa carica militare; mentre il capitano esiliato vive umiliato in prigionia e sottoposto a processi farsa che non mutano la sua situazione.
Il caso Dreyfus è uno dei più grandi scandali giudiziari del XX secolo, che ha diviso la Francia per più di dieci anni tra chi lo riteneva colpevole e chi lo reputava innocente. Lo scrittore Émile Zola prese le difese del giovane capitano ebreo nell’articolo J’accuse, apparso su L’Aurore, dove accusava la Terza Repubblica francese di antisemitismo.

Guarda il trailer:

https://www.youtube.com/watch?v=Hd6eRZJvQ0E