In programmazione

In primo piano

Dal 19 settembre riprende la proiezione dei film nella sala al chiuso.

COSA RESTA DELLA RIVOLUZIONE

!! PRIMA VISIONE !!

Sab 19 Settembre ore 21.00

Dom 20 Settembre ore 20.30

Acquista i biglietti    

 

Per non fare fila all’ingresso e essere sicuro di trovare posto acquista i biglietti online; per tutti il biglietto è a € 5,00 + prevendita.

Vai all’acquisto online

Per l’acquisto da cellulare/tablet consigliamo l’utilizzo dell’app LiveTicket disponibile in Google Play (android) e App Store (apple)

In rispetto delle disposizioni governative e regionali è obbligatorio utilizzare la mascherina, dall’ingresso fino al proprio posto e durante la visione del film. Tutti i posti rispettano il distanziamento e vengono sanificati giornalmente.

LA VERITA SULLA “DOLCE VITA” di Giuseppe Pedersoli

Proiezione del film con presentazione e dibattito con il regista

Gio 24 Settembre ore 21.00

Genere: Documentario
Anno: 2020
Regia: Giuseppe Pedersoli
Paese: Italia
Durata: 83 min
Distribuzione: Istituto Luce Cinecittà
Sceneggiatura: Giuseppe Pedersoli, Giorgio Serafini
Fotografia: Maurizio Calvesi, Giovanni Brescini, Simone Nocchi
Montaggio: Giuseppe Pedersoli
Musiche: Marco Marrone
Produzione: Arietta Cinematografica Srl in associazione con Istituto Luce – Cinecittà

TRAMA DEL FILM:

La verità su La Dolce Vita, film diretto da Giuseppe Pedersoli, è un documentario sul capolavoro di Fellini, nel quale per la prima volta viene raccontata la genesi e la gestazione di quest’opera emblematica della storia del cinema mondiale. È il 1958, quando Federico Fellini è alla ricerca di un produttore per un nuova sceneggiatura, scritta dallo stesso regista insieme a Ennio Flaiano e Tullio Pinelli. Nonostante il cineasta italiano abbia già vinto due Oscar (con La Strada e Le notti di Cabiria), fatica a trovare un produttore, fino a quando non è Giuseppe Amato a proporsi per La Dolce Vita, riconoscendone già dallo scritto un grande valore.
Ha inizio così la faticosa realizzazione del film con la produzione più costosa mai vista in Italia fino a quel momento, tanto che il costo finale dell’opera risulterà essere il doppio di quello inizialmente concordato con il regista. La produzione del film si rivelerà un vero percorso a ostacoli con diverse battute d’arresto, condite da litigi e minacce tra il cineasta e gli stessi produttori.
Nonostante la lunga e travagliata gestazione, La Dolce Vita giunge a compimento, aggiudicandosi la Palma d’oro al Festival di Cannes, il favore del pubblico e la consacrazione a capolavoro della filmografia italiana e cult della storia del cinema mondiale. Sono i documenti inediti e le corrispondenze tra Fellini, Amato e Angelo Rizzoli che oggi portano a galla la verità dietro questo capolavoro, che fa sognare gli spettatori da sessant’anni.

Vedi il Trailer:

Trailer